Per contribuire a WIKIUFO è necessario registrarsi ed accedere al sistema. Tutti i contributi verranno verificati e, se non in linea con la filosofia di WIKIUFO, rimossi.

Stelle e pianeti

Da WikiUFO.

Generalità

Una assai frequente di errore è costituita dai corpi celesti che a migliaia, ma solo alcuni assai luminosi, sono visibili tutte le notti in tutto il mondo. Si spostano con una velocità angolare bassissima da est ad ovest, e le distanze sono tali da poterle di solito eguagliare a delle sorgenti luminose puntiformi, anche se alcuni pianeti, di solito Venere, possono presentare dimensioni apprezzabili. La già descritta illusione dell’autocinesi, unita magari alla presenza di nuvole ad alta quota poco visibili di notte, può portare a descrizioni di movimenti “a zig-zag” o di scomparse improvvise.

In realtà, quello che deve sempre mettere sul chi vive l’inquirente e fargli sospettare questo genere di spiegazione è la durata dell’avvistamento. Anzi, diversi studiosi ritengono che proprio il parametro “durata dell’avvistamento” sia sempre un buon indicatore della possibile natura del fenomeno osservato. Di solito le osservazioni causate da stelle e pianeti sono molto lunghe. A volte si protraggono per più ore. Sono frequentissime le lunghe soste in cielo, magari accompagnate da fasi di movimento più o meno rapido magari quando i testimoni si mettono in viaggio in auto o in treno ed allora pensano che quelle “luci” abbiano preso a seguirle, per poi bloccarsi di nuovo quando fanno una sosta nel loro tragitto.

Fra tutti i corpi celesti, non ci sono dubbi che quello il cui aspetto è a volte più sorprendente è il pianeta Venere, che brilla intensissimo al tramonto ed all’alba, talora quando gli altri corpi celesti non sono visibili. E’ responsabile di parecchi sbagli.
Per avere sempre una mappa celeste centrata sulla località di vostro interesse con i dati precisi della visibilità dei corpi celesti impratichitevi con strumenti semplici e potenti come quelli del sito Heavens Above.

Strumenti personali