Per contribuire a WIKIUFO è necessario registrarsi ed accedere al sistema. Tutti i contributi verranno verificati e, se non in linea con la filosofia di WIKIUFO, rimossi.

TRACAT

Da WikiUFO.

Indice

Cosa è

TRACAT (TRAce CATalogue) è il catalogo italiano dei Casi con Tracce, quei particolari avvistamenti UFO (o particolari ritrovamenti senza avvistamento) in cui vengono riscontrate delle tracce fisiche, verificabili a posteriori, generalmente su suolo e vegetazione (molto più raramente frammenti e/o residui di varia natura).[1] Iniziato nei primissimi anni ottanta, il progetto TRACAT (gestito da Maurizio Verga) ha raccolto una vasta documentazione su praticamente tutti i casi del genere avvenuti in Italia a partire dai primi del ventesimo secolo. Si tratta di oltre 270 segnalazioni provenienti da varie fonti (giornali, riviste, indagini) e caratterizzate da una qualità informativa solitamente modesta.

Il TRACAT rappresenta, di per sè, l'evidenza dell'esistenza di una peculiarità particolare di quell'insieme di eventi ed informazioni che costituiscono il fenomeno UFO: la presenza di un (supposto) riscontro oggettivo al resoconto verbale fornito dai testimoni degli avvistamenti e, al tempo stesso, la presenza di una credenza/necessità piuttosto radicata in merito alla produzione di tracce, generalmente circolari, da parte degli UFO.

La base di informazioni offerta da un catalogo come il TRACAT mostra chiaramente l'esistenza di un qualcosa che va bel al di là dei relativamente pochi falsi che sono stati appositamente inventati per fini commerciali o, più spesso, goliardici. Non è ancora assolutamente chiaro cosa sia questo "qualcosa", che seppure quantitativamente non enorme (dopo la depurazione dalla maggior parte degli eventi, solitamente riconducibili a cause naturali od artificiali oppure non valutabili a causa della scarsità od inaffidabilità della relativa documentazione), merita comunque di essere affrontato con il più puro spirito scientifico. Alieni? Sperimentazioni segrete? Fenomeni Naturali? Nessuno, al momento, è in grado di fornire una risposta esaustiva.

Circa il 40% del totale è rappresentato dai cosiddetti casi con "Associazione Indiretta", eventi particolari in cui sono state rinvenute delle tracce senza alcuna osservazione di fenomeni aerei anomali. Vengono associate al fenomeno essenzialmente per la loro analogia morfologica con le "classiche" tracce talvolta rinvenute dopo l'osservazione di presunti UFO al suolo o in sua prossimità. La loro appartenenza alla casistica ufologica è, proprio per questo motivo, oggetto di discussione e controversia.

La quasi totalità dei cosiddetti "Crop Circles" rinvenuti nei campi di cereali in Inghilterra, a partire dai primissimi anni ottanta, appartiene a questa particolare categoria di eventi, costituendo ormai un fenomeno a sè stante, controverso e la cui relazione con il fenomeno UFO appare assolutamente improbabile.


Caratteristiche

Oltre un gran numero di fenomeni convenzionali e naturali in grado di lasciare danni o bizzarri effetti sul suolo e la vegetazione, esistono, comunque, alcuni casi con tracce realmente inusuali. I casi ben investigati, dove le tracce sono state raccolte ed analizzate da esperti realmente competenti dopo un lasso di tempo ragionevolmente breve successivamente alla scoperta, sono effettivamente pochi, ma degni della massima attenzione. Le poche analisi condotte (quelle realmente serie ed affidabili) non hanno mai indicato la presenza di minerali o metalli extraterrestri o altre sostanze non di questo pianeta, ma hanno comunque talvolta fornito l'indicazione che qualcosa di strano fosse accaduto. Questo costituisce un importante punto di partenza, una ragione sufficiente per promuovere ulteriori investigazioni orientate a scoprire le cause delle tracce messe (o meno) in relazione con un fenomeno aereo anomalo.

Le tracce rappresentano uno dei rarissimi aspetti dei fenomeni UFO che è possibile misurare dopo l'osservazione. Sono necessarie analisi approfondite da parte di ricercatori indipendenti e competenti, in grado di usare le opportune attrezzature. Tutto ciò è qualcosa di difficile da conseguire per la maggior parte dei gruppi ufologici internazionali, per cui delle buone inchieste su casi con tracce sono, purtroppo, una rarità in ufologia. Il più delle volte laboratori non qualificati sono stati coinvolti in questo tipo di investigazioni solo perchè particolarmente economici o, più spesso, perchè tra il loro personale c'era un amico o perfino un ufologo! In tali casi, la qualità dei risultati deve essere attentamente valutata e comunque confrontata con ulteriori analisi condotte in ambiti diversi.

Costruire una "traccia" è un'operazione piuttosto semplice (anche se è spesso facile smascherarla come falsa attraverso una seria investigazione ed un'eventuale analisi di laboratorio) e permette agli autori di presentare una storia ben strutturata e supportata da una prova eccezionale: una traccia!

Bruciature, segni sul suolo e danni di varia natura su erba e vegetazione sono solo alcune delle più comuni tracce falsificate. Appiccare il fuoco a dell'erba o annerire della terra o, ancora, creare delle impressioni circolari sono operazioni solitamente facili da realizzare per coloro che vogliono tirare uno scherzo a qualcuno o, più raramente, "vendere" una storia. Sono spesso necessari pochi soldi e pochi strumenti per realizzare qualcosa del genere, confidando poi nella mancanza di un'inchiesta rigorosa e nella superficialità della copertura giornalistica per mantenere l'alone di mistero creato ad arte.


Pubblicazioni

Il Centro Italiano Studi Ufologici ha pubblicato due diverse edizioni del catalogo TRACAT sotto forma di Monografie nella collana "Documenti UFO", l'ultima delle quali (1994) è corredata anche da una serie di elementi iconografici (schizzi, fotografie, ritagli di giornale) relativi ai casi presentati.

Il Progetto TRACAT è disponibile anche sotto forma di database online, con i dati più significativi di tutti gli avvistamenti raccolti, insieme ad una limitata documentazione iconografica. Una vecchia e parziale versione della Monografia del catalogo TRACAT è stata pubblicata online.

Fonti

  1. Sito UFO ONLINE
Strumenti personali