Per contribuire a WIKIUFO è necessario registrarsi ed accedere al sistema. Tutti i contributi verranno verificati e, se non in linea con la filosofia di WIKIUFO, rimossi.

Valutazione Olsen

Da WikiUFO.

Sistema di valutazione Olsen

Sistema per la valutazione dell'attendiiblità dei casi di avvistamento ideato nella seconda metà degli anni '60 del XX secolo dall'ingegnere ed ufologo statunitense Thomas M. Olsen.

Struttura

T. Olsen definì ciò che lui chiamava "indice di fiducia" di un rapporto d'indagine ufologico come la probabilità che esso descriva con esattezza un evento corrispondente a realtà e non sia invece dovuto ad equivoci di ogni genere, ad allucinazioni o ad invenzioni varie.

Per farlo considerò tre fattori tra loro indipendenti:

  • Fattore testimoniale. E' la probabilità che l'osservatore abbia descritto un'esperienza reale;
  • Fattore inchiesta. E' la probabilità che l'nchiesta o gli accertamenti compiuti si riferiscano ad un evento per il quale non è possibile individuare cause convenzionali naturali od artificiali;
  • Fattore trasmissione. E' la probabilità che il rapporto conclusivo sia attenga a quanto descritto dal testimone senza aver apportato distorsioni, omissioni e senza aver abbellito il racconto, tenuto conto dei passaggi intermedi intercorsi fra racconto del testimone e rapporto finale.

Questi tre fattori furono combinati tramite un processo di analisi matematica di tabulazione dei valori che condusse Olsen a formulare un'equazione che dovrebbe quantificare l'affidabilità probabile di un rapporto (Pr)

P_r = \Big[ 1 - (p)^m \Big] \times p_i \times 2^{1-n}

dove p è il fattore di affidaiblità media dei testimoni; m è il numero di osservatori; pi è il fattore di fiducia dell'inchiesta svolta ed n la n-sima mano alla quale si colloca il rapporto rispetto alla testimonianza[1][2].

Fonti

  1. Olsen, Thomas M. (1967). The Reference for Outstanding UFO Sighting Reports. Riderwood (Maryland): UFOIRC
  2. Olsen, Thomas M. (1971). Common Features in 160 UFO Reports. In: Proceedings of the Eastern UFO Symposium. Tucson: APRO. 4-8, 32-40
Strumenti personali